Perché investire nel trading online?

Qui di seguito, vi spiegheremo le motivazioni principali per investire nel trading online. Inoltre, forniremo una definizione del concetto di trading, parleremo delle tipologie e approfondiremo l’argomento.

Spetterà a voi poi valutare ciò che avrete letto e decidere se intraprendere questo tipo di investimento finanziario oppure no.
Cominciamo, subito, con l’affermare che non si tratta di uno strumento finanziario difficile da comprendere, ma è necessario conoscere bene diversi elementi, come gli asset con cui si intende investire, saper eseguire una buona analisi tecnica, sfruttare le strategie e molto altro. Partiamo subito dal definire il trading online, distinguendo le diverse tipologie.

Ritornando alla domanda del titolo “Perché investire nel trading online?”, è possibile rispondere: perché è possibile guadagnare discreti profitti da questa attività, ma ovviamente tutto dipende dalle vostre abilità.

Cosa si intende per “trading online”?

trading online
In generale, si tratta di uno strumento finanziario, che permette di ottenere discreti guadagni tramite la speculazione di un asset, ovvero, inteso, come risorsa economica.
Le principali tipologie di trading online, offerte dai broker in commercio, possono essere:

  • Le opzioni binarie: è il più utilizzato per la semplificazione dell’investimento. Questo strumento finanziario si basa sull’andamento del prezzo di una materia prima come l’oro, di un’azione di una società quotata, di un indice di borsa, ad esempio il Nasdaq, il Dax, e di una coppia di valute, come euro/dollaro;
  • Il forex trading: è l’attività di investimento con l’intento di speculare sul mercato valutario, guadagnando dalla negoziazione di valute estere, con lo sfruttamento delle diverse oscillazioni di prezzo.

Sfruttare i servizi offerti dai broker

Con il trading online, vengono offerti dei servizi aggiuntivi ottenuti con l’iscrizione a un determinato broker, come la possibilità di utilizzare un conto in versione demo e i cosiddetti bonus.
Il primo è un conto gratuito offerto dalle migliori piattaforme presenti sul mercato. In sostanza, è simile a un conto reale, ma con l’unica differenza che i soldi investiti sono virtuali.

Si tratta di un ottimo strumento per fare un po’ di esperienza, prima di cominciare con il trading online vero e proprio. Si può, inoltre, provare sia le strategie, sia la validità dei broker, in termini di velocità e per quanto riguarda le caratteristiche.

Mentre i bonus sono delle somme di denaro offerte dalle piattaforme di trading per incentivare ulteriormente il cliente.
Il bonus di benvenuto è quello più utilizzato, si tratta di un corrispettivo in denaro che i broker concedono ai nuovi iscritti.
Di solito varia dai 100 ai 250 euro, in genere si basa al valore del deposito minimo versato: più si versa e maggiore sarà il bonus di benvenuto.
Anche in questo caso, il bonus rappresenta una valida opportunità per familiarizzare con le opzioni binarie, ma anche di testare le proprie capacità, con, l’ulteriore vantaggio di non dover spendere niente nella prima fase.
Per concludere, per iniziare a investire nel trading online, è consigliabile scegliere sempre il broker giusto, ovvero una piattaforma di trading online, regolamentata da organi di sicurezza e controllo come CySEC e deve, inoltre, disporre della relativa licenza, che permette di tutelare l’utente.

Cosa significa effettuare l’analisi tecnica?

Analisi tecnica nel trading online
Il trading online non è come giocare d’azzardo o scommettere, si tratta di un investimento più complesso, proprio per questo è necessario effettuare una buona analisi tecnica degli asset di riferimento, è un passaggio fondamentale per ottenere successo e profitti elevati.

Ma cosa si intende per analisi tecnica?
In sostanza, si tratta di una disciplina che si occupa di studiare e analizzare i movimenti dei prezzi degli asset sui mercati, grazie ai grafici di riferimento.
L’intento principale è quello di comprendere i trend dei prezzi, e quindi, permette ai trader di sapere il momento ottimale per poter investire.
Nel trading online vengono utilizzati, principalmente, i grafici a barre, i grafici a linee, e i grafici a candela. Ogni tipologia possiede specifiche caratteristiche, per esempio con i grafici a barre è possibile leggere sia il prezzo di apertura, e sia il prezzo di chiusura dell’asset per lo specifico timeframe, ma anche il punto di minimo e di massimo; con i grafici a linee, invece, si può visualizzare la storicità del prezzo delle valute, per un’analisi di lungo periodo; con i grafici a candela, permettono, come i primi, di conoscere, i prezzi di apertura e chiusura, e il valore minimo e massimo delle valute, ma è più semplice effettuare un’interpretazione corretta.

http://www.tradingmania.it/analisi-tecnica/

Gestire al meglio il denaro e il rischio

Gestione del denaro nel trading online
La gestione del capitale quando si investe nel trading online è un’attitudine di estrema importanza. Questa “capacità” viene chiamata, in termini tecnici, money management.

Quindi è necessario imparare a eseguire una corretta money management, l’insieme di regole della gestione del patrimonio.
Il money management (inteso come: quanto investire) è l’ultima delle tre fasi dell’investimento del trading binario. Prima del processo di analisi (quale asset acquistare) e del timing (in quale momento acquistare).
Per eseguire una corretta gestione del money management è necessario prevedere e stabilire a priori, uno specifico budget di spesa, in correlazione a una conseguente analisi degli introiti.

Bisogna, inoltre, sapere che la gestione del rischio ricopre un ruolo fondamentale, al pari delle stesse strategie di trading, rappresenta un elemento essenziale per poter avere successo, in particolar modo nel medio e lungo periodo.

È chiaro che solo questo non è sufficiente, è necessario saper agire con razionalità, avere pazienza e perseveranza, solo in questo modo si possono superare le fasi negative che ogni trader deve affrontare nel tempo. Inoltre un bravo trader è in grado anche di minimizzare il rischio, e quindi, anche le perdite, riuscendo a fermarsi in tempo e quando le cose non vanno per il verso giusto. Solo in questo modo è possibile ottenere potenziali profitti elevati.
Detto questo, la prima regola base del money management è di non investire mai più del 5% del vostro capitale in una singola operazione.

Infine, all’interno del money management si possono dividere le successive attività specifiche:

  • la formazione del portafoglio;
  • la diversificazione del portafoglio;
  • l’impostazione dello stop loss;
  • il rapporto tra rischio e rendimento di ogni operazione;

Per ottenere maggiori informazioni, consigli e strategie di trading online visitate il sito web: http://www.tradingmania.it/